La riscossa digitale delle PMI italiane alla Fiera A&T Automation & Testing 2020

Sono oltre 400 espositori, tra italiani ed esteri, espressione massima dell’innovazione e delle tecnologie industriali, presenti alla Fiera Fiera Internazionale A&T – Automation & Testing, in corso sino a domani al’Oval Lingotto di Torino.
La manifestazione dedicata a Innovazione, Tecnologie e Competenze 4.0 si propone come l’interlocutore privilegiato di imprenditori e rappresentanti di grande, medie e piccole aziende, per raccontare e sostenere, presentando esperienze industriali di eccellenza, il difficile percorso verso l’innovazione industriale. Un’impresa non facile ,visto l’attuale visione strategica digitale, soprattutto delle PMI, ancora troppo timida.

Conferenza AST


La ricerca nazionale dell’Osservatorio Innovazione Digitale nelle PMI del Politecnico di Milano


Soltanto il 26% delle piccole e medie imprese italiane è pronta a competere sui mercati globali potendo contare su tecnologie avanzate e processi produttivi digitalizzati. Questo nonostante 9 imprenditori su 10 considerino l’innovazione e la visione 4.0 necessari per lo sviluppo del business aziendale.
Una maturità digitale inadeguata che emerge chiaramente dall’analisi di un campione rappresentativo delle circa 200 mila piccole e medie imprese italiane. E’ questo il dato allarmante sottolineato da Giorgia Sali, ricercatore senior dell’Osservatorio Innovazione Digitale nelle PMI del Politecnico di Milano, che ha curato e presentato la ricerca ieri, in apertura della Fiera.


Manca la reale volontà di innovare


Secondo la ricerca nel 2020, per la maggior parte delle PMI le previsioni di investimento in digitale sono prevalentemente invariate o addirittura ridotte rispetto all’anno precedente. La reticenza nell’allocare investimenti nella digitalizzazione industriale è spiegata da una visione imprenditoriale che guarda più al breve che al medio lungo termine. Inoltre sono da prendere in considerazione alcuni fattori di freno. I costi di acquisto delle tecnologie digitali percepiti come troppo elevati , la mancanza di competenze e di cultura digitale nell’organizzazione aziendale e lo scarso supporto da parte delle istituzioni. Ma su questo punto la ricerca ha rilevato una scarsa conoscenza degli incentivi governativi in vigore, con il 68% degli imprenditori non aggiornato sugli incentivi relativi ai voucher consulenza in innovazione promossi dal MISE.


La consapevolezza degli imprenditori


Dunque la strada è ancora lunga ma è necessario crederci di più investendo in tecnologie e persone. Secondo Luciano Malgaroli, Ceo della Fiera A&T, oltre il 70% delle PMI italiane, è “consapevole che occorre investire in innovazione e digitalizzazione per affrontare le sfide della competitività globale”. Insomma, gli Imprenditori sanno bene che l’innovazione è al centro di tutto il processo produttivo. E’ necessario, quindi, rivolgersi alle nuove tecnologie, investire in formazione, e soprattutto avere una visione strategica di medio lungo periodo. Bisogna fare chiarezza su che cosa fare per percorrere correttamente la strada dell’innovazione digitale.


La 14^ edizione della Fiera A&T e le novità 2020


La proposta espositiva, tecnologica e contenutistica sempre più internazionale nella visione e concreta nell’applicazione di soluzioni specifiche per ogni reale esigenza sono i contenuti della Fiera dell’Oval Lingotto. L’obiettivo è quello di consentire a chi guida o gestisce un’azienda di investire correttamente e capire quali tecnologie servono realmente per innovare, con quali tecnologie e attraverso quali competenze.
I visitatori quindi accedono all’interno di quattro Compentece Point, riproduzione fedele di una linea di produzione industriale innovativa – Progettazione, Produzione, Affidabilità, Logistica – e hanno la possibilità di conoscere e testare soluzioni e processi d’innovazione industriale reali, testati, sperimentati e performanti, unitamente a proposte formative focalizzate su competenze e managerialità in ottica 4.0.


Spark-up


L’iniziativa ideata per questa edizione di A&T è dedicata alle migliori start-up e spin-off rivolte al mercato industriale in ottica 4.0. I rappresentanti di 13 migliori start-up presentano progetti, servizi e prodotti innovativi direttamente ai decisori aziendali e agli investitori. Un’opportunità offerta alle giovani imprese per conoscere e farsi conoscere sul mercato manifatturiero italiano ed estero.


Competence Center


Altra novità è uno spazio interattivo dedicato al Competence Center del Piemonte. Qui i visitatori possono conoscere le attività e la mission anche grazie alla presentazione in anteprima delle due linee pilota, uniche in Italia, e del Learning Hub, il centro di formazione promosso dal CIM 4.0 sulle tecnologie per la digitalizzazione dell’impresa e la manifattura additiva.


In conclusione A&T offre al grande pubblico nei tre giorni di manifestazione, la possibilità di conoscere le ultime novità in tema di fabbrica 4.0, di ricercare le soluzioni e i casi applicativi più adatti alle proprie esigenze. Ma anche di parlare e confrontarsi su tecnologia e investimenti, di provare progetti e prodotti frutto dell’ingegno e dell’operosità di imprenditori e startupper. Esperienze e contenuti che si trasformeranno in nuove opportunità di dialogo e confronto territoriale grazie all’iniziativa A&T Roadshow che coinvolgerà PMI, industria, università, start-up e innovatori di tutta Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: