Costa Smeralda: la nave più green del mondo

Oggi Life is Passion Blog Travel Gourmet vi porta in crociera sulla nave più rispettosa dell’ambiente al mondo
Costa Smeralda: la nave più green del mondo
Partita dal porto di Savona il primo viaggio della nuova ammiraglia della Costa Crociere

E’ entrata ufficialmente in servizio nel fine settimana pre- natalizio la nuova ammiraglia della flotta Costa Crociere , la “ Costa Smeralda”, per la sua prima crociera nel Mediterraneo. Fin qui sembrerebbe un normale varo di un nuovo mezzo da impiegare nella flotta che solca i mari di mezzo mondo. In realtà, Costa Smeralda è la prima nave della flotta Costa a utilizzare, sia in porto sia in navigazione, il gas naturale liquefatto(LNG). La nuova ammiraglia, infatti, è alimentata con questo combustibile fossile a basso impatto ambientale che rappresenta una vera e propria innovazione per l’intero settore delle crociere. Con l’arrivo di Costa Smeralda, il Gruppo Costa sale a 29 navi in servizio, tutte battenti bandiera italiana, confermandosi leader in Europa e in Cina.


Il primo operatore sostenibile al mondo
Il gas naturale liquefatto consente di migliorare la qualità dell’aria e proteggere l’ambiente, eliminando quasi totalmente le emissioni di ossidi di zolfo (zero emissioni) e particolato (riduzione del 95-100%), e riducendo significativamente anche le emissioni di ossido di azoto (riduzione diretta dell’85%) e di CO2 (riduzione sino al 20%).
La nuova ammiragli di Costa Crociere costituisce un importante tassello di un piano di espansione che alla fine porterà al Gruppo sette nuove navi entro il 2023, per un investimento complessivo di oltre sei miliardi di euro. Di queste ben cinque navi, comprese Costa Smeralda e la sua gemella Costa Toscana, che sarà operativa nel 2021, sono alimentate a LNG. Il Gruppo Costa è dunque il primo operatore al mondo che grazie a questa innovazione sostenibile, punta a ridurre l’impatto dell’intera flotta, con una diminuzione del 40% delle emissioni di CO2 della propria flotta entro il 2020, con ben dieci anni di anticipo rispetto all’obiettivo fissato dall’IMO (International Maritime Organization). Proprio per merito di queste performance ambientali, che superano la normativa internazionale vigente in materia, la Costa Smeralda è stata premiata dal RINA (società di certificazione internazionale) con “Green Plus”, la notazione volontaria di livello più alto per quanto riguarda l’impatto ambientale di una nave.


Costruita in Finlandia
La Costa Smeralda ha una stazza lorda di oltre 180.000 tonnellate ed è stata costruita nel cantiere Meyer di Turku (Finlandia).
“Per progettare e costruire questa nave abbiamo utilizzato tutte le nostre competenze, talento e creatività – ha dichiarato il CEO di Meyer Turku, Jan Meyer – e non vediamo l’ora che i passeggeri possano godersi i sensazionali spettacoli che verranno proposti in questa magnifica location”.
La sua prima tappa è stata Barcellona, dove ha effettuato il rifornimento di gas naturale liquefatto, mentre sabato è salpata da Savona per la sua prima crociera di una settimana, che toccherà alcuni porti del Mediterraneo come Marsiglia, Barcellona, Palma di Maiorca, Civitavecchia e La Spezia.


Una smart city senza plastica in mezzo al mare
Le innovazioni tecnologiche d’avanguardia di cui è dotata fanno della nuova ammiraglia di Costa Crociere una nave studiata appositamente per ridurre ulteriormente l’impatto ambientale in tutte le sue attività. L’intero fabbisogno giornaliero di acqua è, infatti, soddisfatto trasformando direttamente quella del mare, tramite l’utilizzo di dissalatori. Il consumo energetico è ridotto al minimo grazie a un sistema di efficientamento energetico intelligente.
Inoltre, la nave Costa Smeralda sarà teatro di un progressivo e ulteriore processo di razionalizzazione della plastica monouso, che sulle navi Costa è stata già eliminata da anni per la maggior parte degli utilizzi nel contesto della ristorazione. Una volta esteso all’intera flotta, questo processo ridurrà il consumo di plastica di oltre 50 tonnellate l’anno. A bordo verrà effettuato il 100% di raccolta differenziata a bordo e il riciclo di materiali quali plastica, carta, vetro e alluminio, che saranno parte di un approccio integrato, finalizzato alla concretizzazione di progetti di economia circolare.
Il tema del cibo sarà al centro dell’attenzione, con il programma 4GOODFOOD, dedicato alla riduzione degli sprechi alimentari e al recupero delle eccedenze per fini sociali. A questo riguardo, Costa Smeralda sarà chiamata a sostituire la “Diadema” nelle attività di sbarco delle eccedenze alimentari e la loro distribuzione ad associazioni caritative selezionate in ogni porto di scalo compreso nell’itinerario, realizzato in collaborazione con la Federazione Europea Banco Alimentare.


Il meglio del Made in Italy
Il design di Costa Smeralda è il risultato di un progetto creativo unico, di un pool internazionale di quattro prestigiosi studi di architettura (Dordoni Architetti, Rockwell Group, Jeffrey Beers International, and Partner Ship Design), curato da Adam D. Tihany, nato per esaltare e far vivere in un’unica location il meglio dell’Italia. Arredamento, illuminazione, tessuti e accessori, sono tutti Made in Italy. Il design italiano è anche protagonista nel CoDe – Costa Design Museum, il primo museo realizzato su una nave da crociera. Lo spazio a disposizione di oltre 400 metri quadriconsente l’esposizione, a cura di Matteo Vercelloni, di 470 pezzi che testimoniano il vero “gusto italiano”.
L’offerta di bordo si integra perfettamente in questo contesto straordinario: dalla Solemio Spa, alle aree dedicate al divertimento, come Il Colosseo con i suoi schermi per spettacoli ad alto contenuto tecnologico; dai bar tematici, in collaborazione con grandi brand italiani, ai 16 ristoranti e aree dedicate alla “food experience”, tra cui la novità del ristorante dedicato alle famiglie con bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: