I Viaggi di Lifeispassion: Venezia e i suoi giardini segreti

#EnjoyRespectVenezia

#EnjoyRespectVenezia è la campagna di sensibilizzazione lanciata da Venezia per un turismo più sostenibile e in armonia con la vita quotidiana di questa città unica al mondo. Venezia è un bene culturale e naturale di inestimabile valore che deve essere assolutamente conservato e trasmesso alle future generazioni.

Viaggiamo responsabili e andiamo a scoprire assieme a Life is Passion i Giardini segreti di Venezia.

Giardino di Palazzetto Bru Zane 

Il Palazzetto Bru Zane è un piccolo gioiello dell’architettura veneziana di fine Seicento. Oggi è sede del Centre de musique romantique française, luogo dedicato alla riscoperta e alla diffusione della musica romantica francese. Un intimo giardino introduce i visitatori al palazzo, fra putti e bianche fioriture di rose e ortensie. Tutti i giovedì pomeriggio è possibile visitare gratuitamente il Palazzetto Bru Zane, accompagnati da una guida, in italiano, francese e inglese.

Facciata sul Canal Grand di Ca’ Rezzonico

Giardino di Ca’ Rezzonico

Ca’ Rezzonico è un antico palazzo nobiliare che ospita il Museo del Settecento Veneziano. Al suo interno si trova uno splendido giardino, ridisegnato nel 2002 dall’architetto Giorgio Bellavitis con elementi tipici del “giardino di palazzo” come le aiuole geometriche, la pergola ricoperta dai glicini e la vera da pozzo. Recentemente è stato rinnovato con l’aggiunta di giochi per bambini. Si può accedere liberamente al giardino negli orari di apertura del museo, dal venerdì alla domenica.

Giardino Carlo Scarpa alla Querini Stampalia

Risalente agli anni Cinquanta, il giardino progettato dall’architetto veneziano Carlo Scarpa è custodito in una corte interna del cinquecentesco palazzo Querini Stampalia ed è visitabile con il biglietto di ingresso al museo. È un angolo incantato dai richiami moreschi e giapponesi, dove ogni elemento ha un valore evocativo. Il museo, con il giardino, è aperto dal martedì alla domenica.

vista dall’alto del Labirinto Borges. Un percorso tra arte, architettura e natura.

Giardino della Collezione Peggy Guggenheim

Prima di entrare nelle sale di Palazzo Venier dei Leoni, scelto nel 1949 da Peggy Guggenheim come sua abitazione e sede oggi della sua celebre collezione d’arte, si attraversa il giardino delle sculture, spazio verde che fa da scenario naturale alle opere d’arte qui esposte. La Collezione Peggy Guggenheim è aperta tutti i giorni tranne il martedì. A museo chiuso, si svolgono le visite guidate.

Labirinto Borges e Bosco della Fondazione Giorgio Cini

Tutti i giorni, escluso il mercoledì, si possono scoprire con visite guidate i tesori custoditi sull’Isola di San Giorgio Maggiore dalla Fondazione Giorgio Cini. Il tour include anche la vista dall’alto del Giardino-labirinto Borges, parco realizzato in omaggio al noto scrittore argentino, e selezionato tra i dieci finalisti dell’edizione 2019 del concorso Il parco più bello d’Italia. Nel cuore dell’isola c’è anche un bosco che ospita le Vatican Chapels, 11 installazioni realizzate da architetti internazionali in occasione della Biennale Architettura 2018.

Scopri giardini, parchi e aree naturali a Venezia

GIARDINI REALI DI VENEZIA

Voluti da Napoleone Bonaparte più di duecento anni fa, i Giardini Reali di Venezia occupano un’area di 5 mila metri quadrati, a due passi da Piazza San Marco. Vi si affacciano il Museo Correr, le Sale imperiali del Palazzo Reale, il Museo Archeologico Nazionale e la Biblioteca Marciana. I Giardini Reali sono protetti dal Codice dei Beni Culturali per il loro importante valore storico e paesaggistico.

Fonte : Detourism – Newsletter della Città di Venezia –  www.comune.venezia.it  –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: