La 500 chiude il cerchio e torna a casa


Dopo un primo assaggio nello scorso mese di marzo con Nuova 500 “la Prima” cabrio e poi a giugno, con la versione berlina, ieri al Lingotto di Torino si è chiuso il cerchio, con il completamento del progetto di Nuova 500.

La Pinacoteca Agnelli, al centro della pista che il prossimo anno diventerà il primo giardino sospeso del mondo, ha ospitato, in anteprima mondiale, la presentazione della Nuova 500 3+1. Un vero gioiello tutto elettrico e anche con una porta in più.


Arriva la 3+1

Così come nel 2007 i designer e gli ingegneri avevano dato spazio alla loro creatività per far rivivere il mito del “Cinquino” , ora la stessa energia ha consentito a Fiat di guardare al futuro, dando anche una scossa elettrica alla propria esistenza. Da qui, è nata l’esigenza di progettare un’auto che accompagnasse l’evoluzione del cliente, delle sue nuove esigenze e abitudini.

I designer del Centro Stile hanno, infatti, lavorato a una soluzione smart che ha mantenuto le stesse identiche misure delle versioni cabrio e berlina, aggiungendo una terza piccola porta dal lato passeggero, senza un solo centimetro di ingombro in più. Proprio come la prima 500 del 1957, che presentava le portiere incernierate sulla parte posteriore: un ritorno alle radici del modello in un proficuo dialogo tra passato e futuro.

La terza “piccola porta”

La terza “piccola porta” si apre controvento e, grazie all’assenza del montante centrale inglobato nella porta stessa, permette di salire a bordo più agevolmente, di caricare e scaricare oggetti voluminosi con maggiore facilità e di posizionare in modo rapido e semplice il bambino sul seggiolino o sul rialzino. Il tutto in perfetta sicurezza , poiché la “piccola terza porta” si apre soltanto dopo aver aperto la porta anteriore in modo che gli occupanti posteriori non possano aprirla involontariamente.
Una volta chiusa la piccola porta, non c’è nessuna differenza con le altre 500: stesso stile, stesse dimensioni. Tutto questo con un incremento del peso di soli 30 kg che non impattano sulla maneggevolezza e sui consumi della vettura.

La 500 chiude il cerchio e torna a casa.
Dopo un primo assaggio nello scorso mese di marzo con Nuova 500 “la Prima” cabrio e poi a giugno, con la versione berlina, ieri al Lingotto di Torino si è chiuso il cerchio, con il completamento del progetto di Nuova 500.

3+1 “la Prima” Opening Edition

Al pari di quanto è accaduto per la cabrio e la berlina, anche la Nuova 500 3+1 si presenta al lancio nella versione “la Prima” Opening Edition caratterizzata da stile, esclusività, tecnologia e connettività.

Lo stile ripercorre quello inconfondibile della 500, con tre nuovi colori: Rose Gold, Glacier Blue e Onyx Black. Inoltre questa versione speciale presenta una di dettagli esclusivi, come i fari full led con design “Infinity”, cerchi da 17” bicolore diamantati e inserti cromati sui finestrini e sulla fiancata. Sedili, cruscotto e volante in eco-pelle, monogramma Fiat sui sedili, volante bicolore e targhetta dedicata “la Prima” sul montante.

Sul fronte del comfort: sedili anteriori regolabili a sei vie, tappetini, specchietto retrovisore interno elettrocromico e sensori di parcheggio a 360° “drone view”.
“La Prima” è dotata di guida autonoma di Livello 2, per la prima volta su una vettura nel segmento delle city car.

E’ equipaggiata con i più avanzati sistemi ADAS disponibili, come Intelligent Adaptive Cruise Control (iACC) and Lane Centering , Traffic-sign recognition, Autonomous Emergency Brake con riconoscimento pedoni e ciclisti, Intelligent Speed Assistant e altro ancora. Inoltre, le dotazioni di serie prevedono il condizionatore automatico, la wearable key a sassolino, il fast charge da 85kW e il cavo Mode 3 da 11kW per la ricarica domestica o pubblica, oltre al n uovo sistema di infotainment UConnect 5.


La Nuova gamma 500 tutta elettrica


Semplice, completa e ricca di contenuti. Così si presenta la gamma di Nuova 500, con 3 livelli di personalizzazione (Entry, Mid e High) ai quali è stato dato un nome ACTION, PASSION e ICON. Ciascuno con una precisa missione di prodotto e caratterizzati da tecnologia, connettività e sicurezza ai massimi livelli. Tantissimi contenuti innovativi e unici nel segmento delle city car.
Infine, dal momento che la mobilità elettrica secondo 500 è alla portata di tutti, l’intera gamma è compatibile con i requisiti dei neopatentati: dunque, Fiat Nuova 500 è la vettura per iniziare insieme il cammino del cambiamento.

Nuova 500 è stata pensata per essere l’auto perfetta per l’uso urbano e nel progettarla si sono considerati tutti gli aspetti della sua interazione con la città, a cominciare dalla sicurezza, che vuol dire protezione a 360 gradi. Per questo la 500 è dotata dei sistemi ADAS “Advanced Driver- Assistance Systems” che rendono la guida più facile, sicura, semplice e anche divertente, oltre a essere la prima vettura del suo segmento a essere equipaggiata con la guida autonoma di livello 2.

È dotata, inoltre, di fast charge da 85kW, che consente di ricaricare da batteria scarica l’80% del range in 35 minuti e 50 km – in media l’utilizzo quotidiano – in circa 5 minuti.

La 500 chiude il cerchio e torna a casa.
Dopo un primo assaggio nello scorso mese di marzo con Nuova 500 “la Prima” cabrio e poi a giugno, con la versione berlina, ieri al Lingotto di Torino si è chiuso il cerchio, con il completamento del progetto di Nuova 500.

“Sky Drive”, il giardino sospeso di Casa 500

Torino avrà un nuovo parco che sorgerà sul tetto del Lingotto, che sarà inaugurato insieme a Casa 500 il 4 luglio 2021. La presentazione della Nuova gamma 500 ha fornito l’occasione per presentare il nuovo progetto “Sky Drive”.

Sviluppato da un team di specialisti guidati dall’architetto Benedetto Camerana, il progetto prevede un’ area verde che si estende su 27 mila metri quadrati tra percorsi pedonali, passi carrabili e giardini e trae ispirazione dalla High Line Park di New York, la riqualificazione verde della linea ferroviaria sopraelevata della Big Apple che trasportava merci da Chelsea verso il cuore di Manhattan.
Sarà il giardino pensile più alto d’Europa per estensione.

A 28 metri d’altezza sul tetto di un edificio ex industriale verrà accolto un polmone verde di oltre seimila metri quadrati, frutto di un’attenta selezione di essenze di altissima qualità, dal grande valore naturalistico che sembrano aver ri-colonizzato lo spazio costruito. L’utilizzo di un sistema di vasche ecosostenibili, che accumulano acqua e umidità per dare il giusto sostentamento alle piante, permetterà la realizzazione di un giardino apparentemente spontaneo, perfettamente integrato nel contesto.
Anche la sistemazione del verde seguirà una sua filosofia, con la creazione di aree tematiche diverse a seconda della vicinanza delle aiuole alla Pinacoteca Agnelli – che le utilizzerà per attività ludico-formative rivolte ai bambini – o al ristorante che aprirà sul tetto della Pista e che potrà utilizzare come orto urbano per erbe aromatiche a chilometro zero. “Sky Drive”, però, sarà anche un parco che racconterà il mondo di Nuova 500, l’interesse green del marchio Fiat e il nuovo volto sostenibile del capoluogo subalpino.

Al quarto piano della Pinacoteca Agnelli nascerà anche “Casa 500”, il museo dedicato alla storia della cult car di Fiat tra passato, presente e futuro.

Per conoscere cosa ospiterà si può visitare già oggi il museo virtuale “Virtual Casa 500” a questo link https://www.fiat.it/casa-500-museo-virtuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: