STORIA DELLA VESPA : 1946-2021

Settantacinque anni di storia. Piaggio ne depositò il brevetto il 23 Aprile 1946

In settantacinque anni di storia (Piaggio ne depositò il brevetto il 23 Aprile 1946) e con 19 milioni di esemplari diffusi sulle strade dei cinque continenti, Vespa ha dato una nuova marcia al mondo intero diffondendosi sulle strade di tutte le nazioni, unendo in un’unica passione giovani di culture lontane e diverse. Primo marchio veramente globale della mobilità, è diventata un trait d’union tra generazioni, interagendo con ambienti sociali lontanissimi tra loro, generando fenomeni culturali diversi, peculiari delle realtà nelle quali ha saputo calarsi fino a diventarne protagonista e tratto distintivo. Ha guidato fenomeni di costume, musicali, giovanili, ha accompagnato paesi e continenti nella loro crescita, li ha fatti correre nelle fasi di benessere economico.

Ora che celebra questo fantastico traguardo Vespa vive uno dei momenti più felici della sua lunga vita.

A partire dal 2004, quando furono realizzati 58.000 veicoli, la crescita del marchio Vespa è stata costante e spettacolare. Si sono superate le 100.000 unità nel 2006, per arrivare alle 180.000 del 2017 e superare il traguardo dei 200.000 pezzi nel 2018.

Nell’ultimo decennio sono state prodotte più di un milione e ottocentomila nuove Vespa che hanno iniziato a percorrere le strade del mondo.

Oggi Vespa è più che mai un marchio globale, vera cittadina del mondo ed è prodotta in tre siti produttivi: Pontedera, stabilimento nel quale nasce ininterrottamente dal 1946 e la cui produzione è destinata all’Europa e i mercati occidentali, Americhe comprese; Vinh Phuc, in Vietnam, che serve il mercato locale e i paesi del Far East e in India, nel modernissimo impianto di Baramati, aperto ad Aprile 2012, dal quale escono le Vespa per il mercato indiano.

VESPA OGGI

Vespa, nelle varie epoche attraversate, ha sempre rappresentato lo stato dell’arte della tecnologia. Caratterizzata da un avanzatissimo concetto di carrozzeria portante, completamente costruita in acciaio, Vespa ha segnato l’evoluzione della mobilità individuale. Oggi le Vespa più recenti, dotate di motorizzazioni e soluzioni tecniche di supporto alla guida di avanguardia, rappresentano la sintesi stilistica di una evoluzione che ha reso immortale il design di Vespa rendendolo ovunque una icona dell’eleganza italiana.

Vespa Primavera – Giovane, innovativa, tecnologicamente all’avanguardia, agile e dinamica, attenta alla salvaguardia dell’ambiente nel quale è protagonista, Vespa Primavera (nelle cilindrate 50, 125 e 150cc) è protagonista del suo tempo, ereditando tutta la freschezza e la gioia di vivere che si accompagnano alla storia di un modello rimasto mitico nell’albero genealogico di Vespa.

Vespa Sprint raccoglie l’eredità di una tradizione di vitalità e gioventù. E’ concepita come evoluzione del progetto Vespa Primavera (del quale adotta tutte le motorizzazioni) e si presenta ai ragazzi di tutte le età esaltando gli stilemi di sportività che il suo nome, leggendario per nascita, evoca. Nasce con un corpo piccolo e leggero ma comodo e protettivo, realizzato tutto in acciaio ed è caratterizzata da una linea giovanissima, segnata da un grintoso fanale rettangolare e grandi ruote da 12”, con spettacolari cerchi in lega di alluminio.

Vespa GTS, il cosiddetto “Vespone” per sua scocca grande, è della gamma Vespa la più veloce, sportiva e divertente, perfetta per agli spostamenti urbani, grazie alle sue caratteristiche di maneggevolezza e alle prestazioni dei motori 4T da 125, 150 e 300cc, raffreddati a liquido, ma anche per viaggiare fuori dalle mura metropolitane, da soli o col passeggero a bordo. La nuova gamma GTS, lanciata nel 2019 e formata da Vespa GTSGTS SuperGTS SuperSport Touring, propone un nuovo motore 300 hpe, il più potente mai adottato da Vespa, raffinati dettagli stilistici e una dotazione di serie ricca e moderna che comprende il sistema di frenata ABS e il controllo della trazione ASR, tecnologia che costituisce una esclusiva e un primato tecnologico del Gruppo Piaggio e contribuisce a rendere Vespa GTS più sicura e piacevole da guidare in ogni condizione.

Commercializzata dal novembre 2018, Vespa Elettrica è un’opera d’arte contemporanea con un cuore tecnologico, destinata a cambiare il panorama della mobilità. Non è uno scooter elettrico, è Vespa Elettrica. Completamente silenziosa e facilissima da guidare, integralmente prodotta a Pontedera, rappresenta l’anima rivoluzionaria e contemporanea di un brand che ha sempre precorso i tempi, rimanendo sempre all’avanguardia, sempre fedele ai suoi valori di stile e tecnologia.

Vespa Elettrica è anche, e soprattutto, un veicolo connesso: le numerose funzionalità offerte dalla Vespa MIA, il sistema multimediale che consente di collegare lo smartphone al veicolo, possono essere gestite attraverso un’interfaccia uomo-macchina innovativa, che incorpora una strumentazione digitale con display TFT a colori. Vespa Elettrica è disponibile nella versione con velocità massima limitata a 45 km/h e in versione da 70 km/h.

(VESPA 946) RED  Nasce dalla collaborazione tra Gruppo Piaggio e (RED) e si veste interamente di rosso per partecipare ai programmi di lotta all’AIDS, alla tubercolosi e alla malaria di (RED), associazione fondata nel 2006 da Bono e Bobby Shriver, che ha contribuito per centinaia di milioni USD al Global Fund per la lotta ad AIDS, Tubercolosi e Malaria in Africa. (VESPA 946) RED rappresenta il modo più elegante e ricco di stile per dimostrare sensibilità a un grande problema e rappresenta l’opportunità di aderire concretamente a una battaglia di civiltà tra le più difficili.

(VESPA 946) RED è l’ultima di Vespa 946, il modello più esclusivo, votato alla perfezione estetica e tecnologica che rievoca nel nome l’anno di nascita – il 1946 – dello scooter simbolo di eleganza italiana. Allo stesso tempo artigianale e futuristica, Vespa 946 racconta il nostro passato migliore e lo rinnova nell’estetica, nella cura dei dettagli, nel rispetto per l’ambiente. (VESPA 946) RED è il nuovo capitolo di una grande storia di bellezza, di entusiasmo, impegno e sensibilità.

—–

Dal 2020 anche Vespa Primavera si arricchisce di una versione (RED).

VESPA: LE ORIGINI

Fondata a Genova nel 1884 da Rinaldo Piaggio, all’epoca ventenne, la società Piaggio si dedica inizialmente alla costruzione di arredamenti navali per poi estendere la propria attività alla costruzione di carrozze e vagoni ferroviari, motori, tram e carrozzerie speciali per autocarri. Nel frattempo, con la Prima Guerra Mondiale, Piaggio entra nel settore aeronautico, un business in cui opererà per i decenni a venire. Inizia così la produzione di idrovolanti e aeroplani, come pure l’acquisizione di nuovi stabilimenti: nel 1917 una fabbrica di aerei a Pisa, quattro anni dopo un piccolo stabilimento a Pontedera che sarebbe divenuto il centro della produzione aeronautica di Piaggio (eliche, motori e aerei completi, incluso l’avanzatissimo Piaggio P108 nelle versioni passeggeri e bombardiere). Negli anni che precedono la Seconda Guerra Mondiale Piaggio è uno dei maggiori produttori italiani di aerei. Proprio per questo gli stabilimenti Piaggio di Genova, Finale Ligure e Pontedera sono un bersaglio bellico e vengono distrutti durante il conflitto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: