FIRENZE & TOSCANA THE SWEET SIDE OF OUR COUNTRY

I MIGLIORI PASTICCERI, I DOLCI E I GELATI PIÙ TIPICI E SQUISITI CON LE RICETTE


Veronica Triolo vi dà il benvenuto sulle pagine di “Dolce Firenze & Toscana” con un treno allegro, sul quale danzano scatenati #dolci e gelati.

Nel libro si lancia un ragionamento di più ampio respiro sul tema “dei dolci” e su ulteriori argomenti. Si parlerà di bellezza, bambini, comunicazione, arte, menu equilibrati e abbinamenti.

Nel libro lancia un ragionamento di più ampio respiro sul tema "dei dolci" e su  ulteriori argomenti.  Si parlerà di bellezza, bambini, comunicazione, arte, menu equilibrati e abbinamenti.

“Questo progetto vuole essere anche una rivalutazione di capacità e doti individuali oggi considerate erroneamente non in prima linea: quelle che implicano ” mani e cuore”. Secondo un modello di lavoro basato sull’operare e costruire creativamente”.

Storie di golosità

“Dolce Firenze & Toscana” è il nuovo #libro di #veronicatriolo. Consente di trovare i migliori pasticceri, i #dolci e i gelati più tipici della regione, con le ricette originali, e tanti racconti di vita.

Storie e golosità che coinvolgono Hotel di fama internazionale, ristoranti, pasticcerie, forni, gelaterie, ma anche scuole di cucina, residenze d’epoca, B&B, catering e tutto ciò che gira intorno al mondo dei #dolci e dell’accoglienza.

Impreziosiscono l’introduzione del #libro, con visioni diverse e complementari, i contributi speciali della conduttrice televisiva Roberta Capua, del direttore della Pinacoteca di Brera, James M. Bradburne, dello chef stellato Vito Mollica e del “gastronauta” Davide Paolini.

Dolce Firenze & Toscana, edito dalla Nuova Editoriale Florence Press, è un progetto nato durante il lockdown. I protagonisti del #libro – come l’autrice – non sono solo toscani, ma provengono da molte altre parti del mondo. Rispondono all’appello il gruppo dei rappresentanti siciliani, la pasticcera bolognese che si è trasferita per amore , uno chef pasticcere austriaco, una cake designer americana, una pasticcera giapponese e così via.

Tanti nomi
Nel libro lancia un ragionamento di più ampio respiro sul tema "dei dolci" e su  ulteriori argomenti.  Si parlerà di bellezza, bambini, comunicazione, arte, menu equilibrati e abbinamenti.
Beatrice Volta

Tra i tanti nomi che figurano nel #libro, troviamo Karime Lopez di “Gucci Osteria da Massimo Bottura”, con la sua Purple Rain che s’ispira alla lavanda Toscana che, essiccata, assume un colore ancora più intenso, e che Karime interpreta in un sorbetto perfetto, servito con crema di cocco e cocco tostato e una meringa leggerissima di lavanda.

La Buona Novella” è che al Grand Hotel Minerva, l’Executive Chef Tommaso Calonaci ha impostato una linea di cucina “minimale e libera” e la Pastry Chef Matilde Morandi segue perfettamente il passo, mettendo nei suoi dessert tutta la sua femminilità, creatività e voglia di stupire.

Paolo e Andrea Sacchetti della pasticceria Nuovo Mondo di Prato e il nuovo progetto di pasticceria “franco-toscano”, la storia d’amore d’Ilaria e Giulio di “Dolci e Dolcezze” a Firenze, e molto altro ancora.

Oltre al capoluogo fiorentino, spiccano talenti anche nel resto della regione: da assaggiare almeno una volta nella vita i lievitati di Beatrice Volta, della pasticceria “Come una volta” a Quarrata, imperdibile è la bavarese al basilico e vaniglia e gelée di albicocca di Antonio e Federico Betti della pasticceria “Peccati di Gola” di Siena, e il sapore del pane di Daniel Lunardi di “Lievitamente” a Viareggio, rimarrà impresso nella vostra mente per sempre, per non parlare di Dario Capocchi, il pasticcere di Bagno a Ripoli, che ha creato il suo addensante brevettato, chiamato Dolcemar, totalmente vegetale e biologico.

Questo perché la Toscana è stata scelta da tutti loro come la Regione dove poter realizzare i propri sogni, consentendo altresì ai prodotti dolciari di subire un’intrigante contaminazione di ricette, di culture e “visioni”.

Il #libro è tradotto in inglese da Mary Rose Tiberi, per consentirne la lettura ai tanti visitatori stranieri e la diffusione all’estero.

La copertina, e tutte le illustrazioni interne, sono opera del noto illustratore inglese, Ian P. Benfold Haywood che interpreta, con garbo da gentleman, la “Dolce” Toscana” con il suo treno scatenato dove ballano #dolci, gelati e pane.

Nel libro lancia un ragionamento di più ampio respiro sul tema "dei dolci" e su  ulteriori argomenti.  Si parlerà di bellezza, bambini, comunicazione, arte, menu equilibrati e abbinamenti.
Ricette per tutti i lettori

Le ricette dedicate ai lettori, in versione semplificata, sono in coda: dessert d’autore, biscotti, e lievitati e gelati gourmet, che si potranno tranquillamente rifare a casa, come la Panna cotta alla verbena e fave di Tonka con ananas e basilico del “Four Seasons” di Firenze, oppure i Sablè al cioccolato fondente del Forno Pintucci, il tronchetto vegano alle nocciole di Paola D’Orefice del B&B Paradiso n.4 di Siena, la Bavarese allo yogurt greco e fragole de La Bottega di Parigi di Firenze, la Crema di Santa Fina di Sergio Dondoli e il Pan co’ santi del Forno Moderno di Certaldo, il Plum Cake al Tè Matcha dell’Antica Torre di Via Tornabuoni n.1, e molte altre ancora.

L’AUTRICE VERONICA TRIOLO

Romana di nascita e fiorentina di adozione, Veronica Triolo ha maturato importanti esperienze nel marketing e nella comunicazione per aziende italiane ed estere.

Appassionata di #dolci e cioccolato, apprezza gusti e abbinamenti raffinati, in grado di stimolare la percezione del palato e degli altri sensi. Per questa sua inclinazione “dolce” ha lavorato anche per aziende dolciarie, chef stellati e noti pasticceri italiani e francesi.

Autrice del blog Fragolosablog.com segue ugualmente, con entusiasmo, temi di arte e cultura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: