BMW Motorrad presenta la nuova R 18 custom


La “Spirit of Passion” firmata Kingston Custom

Questa volta Life is Passion vi porta nel mondo delle due ruote. Il motivo è semplice, anche perché la passione non fa differenza in base al numero delle ruote. Ma c’è anche un’altra ragione ben precisa, che ci ha incuriosito non poco.
Si tratta delle moto “customizzate”. Siamo, dunque, entrati in questo mondo un po’ particolare per scoprire la BMW R18 denominata “Spirit of Passion”. Per noi che ci lasciamo sempre guidare dalla passione, la tentazione è stata troppo forte. Così, eccoci a parlare di questa particolare realizzazione firmata Kingston Custom di Dirk Oehlerking, il motociclista, designer e artigiano celebre per le sue reinterpretazioni estreme.


La nuova “Spirit of Passion” costituisce la seconda gemma R18 della serie “SoulFuel”, una collaborazione tra BMW Motorrad e selezionati customizers. Precedentemente, ad aver fatto scalpore era stata la custom della R 18 creata da Bernhard Naumann – noto anche come “Blechmann”.
Grazie alla sua architettura estremamente malleabile, la BMW R 18 sembra predestinata alla customizzazione. La R 18 si caratterizza per un pronunciato riferimento storico, che richiama tecnicamente e visivamente modelli famosi come la BMW R 5 e si rifocalizza sugli elementi essenziali della moto: la tecnologia purista, senza fronzoli – e naturalmente il “big boxer”.

BMW Motorrad R18 Custom Questa volta Life is Passion vi porta nel mondo delle due ruote. Il motivo è semplice, anche perché la passione non fa differenza in base al numero delle ruote. Ma c’è anche un’altra ragione ben precisa, che ci ha incuriosito non poco.
Si tratta delle moto “customizzate”.
FOTO © BEN OTT

Un design inconfondibile, diverso da tutti gli altri

La Kingston Custom di Oehlerking è celebre per le sue reinterpretazioni anche un po’ estreme. Tuttavia, chiunque si aspetti una R 18 completamente stravolta resterà sorpreso.
“La BMW R 18 è così perfetta che ho lasciato la tecnologia così com’è. Il telaio è originale al 100% ed è così sofisticato che niente dovrebbe essere cambiato” ha dichiarato Oehlerking. Ma la moto ha comunque subito una trasformazione nello stile inconfondibile di Kingston Custom.
Frutto della visione di Dirk Oehlerking anche il nome, che ha una sua spiegazione nella progettazione di una moto che ha anche un’anima, uno spirito, e non è soltanto una semplice show bike da mettere in bella mostra.

R18 Custom BMW Motorrad Questa volta Life is Passion vi porta nel mondo delle due ruote. Il motivo è semplice, anche perché la passione non fa differenza in base al numero delle ruote. Ma c’è anche un’altra ragione ben precisa, che ci ha incuriosito non poco.
Si tratta delle moto “customizzate”.
FOTO © BEN OTT

La “Spirit of Passion” nel dettaglio

Il centro dell’attenzione – e anche la più grande sfida – è la carenatura di Kingston. La carrozzeria è rifinita a mano in design Kingston, così come il manubrio e il parafango. Lo scarico della BMW R 18 è stato modificato da Oehlerking in stile Kingston Roadster, mentre la sella è stata ricavata dalla gamma di accessori universali. Gli indicatori di direzione sono stati sostituiti con indicatori Kellermann e il faro anteriore a LED è ora integrato nella carenatura. La verniciatura e le linee originali sono state adottate per la carenatura e l’ala, con l’aggiunta di alcuni dettagli in stile Kingston. Le sospensioni delle ruote e il serbatoio del carburante sono originali. Il design, nel suo complesso, si ispira allo stile classico Art Déco.

BMW Motorrad. R18 Custom Questa volta Life is Passion vi porta nel mondo delle due ruote. Il motivo è semplice, anche perché la passione non fa differenza in base al numero delle ruote. Ma c’è anche un’altra ragione ben precisa, che ci ha incuriosito non poco.
Si tratta delle moto “customizzate”.
FOTO © BEN OTT

Chi è Dirk Oehlerking


La “Spirit of Passion” rappresenta l’essenza del talento di Dirk Oehlerking , che lo ha accompagna da oltre 35 anni di lavoro. Per lui la progettazione è un processo molto lungo che inizia molto prima della realizzazione dei primi schizzi: “Le mie moto – commenta – trasmettono sempre anima, fascino e carattere. Sono esemplari eccezionali, quindi richiedono grande cura e attenzione. Quando devo decidere lo stile su cui concentrarmi, mi passano per la mente tante immagini con un flusso costante, sino al momento in cui faccio una scelta. Da quel momento inizio da uno schizzo realizzato con matita e Tipp-Ex. Poi continuo ad andare avanti, finché il mio cuore mi dice: ecco, ci siamo!”
Originario di Hannover, Oehlerking ha alle spalle precedenti esperienze di customizzazione di veicoli BMW. Circa 17 delle creazioni del marchio sono sue, tra cui la “Black Phantom” e la gemella “White Phantom”. I due modelli definivano, all’epoca, degli standard completamente nuovi nel settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: