Sfumature di rosso per la nuova Ferrari

La nuova Ferrari, che è stata svelata ieri con un evento in streaming e sarà al  via del prossimo campionato mondiale di Formula Uno guarda, alle sfide del futuro senza dimenticare le proprie radici e i propri valori.

Si chiama SF21 e si presenta con una livrea tutta particolare con diverse sfumature di rosso. Il posteriore è amaranto, lo stesso colore della 125 S , la prima auto da corsa del Cavallino, quello che è stato usato al Mugello per celebrare il traguardo dei mille Gran Premi. Poi via via che ci si avvicina all’abitacolo, il colore sfuma verso il rosso che ha contraddistinto le stagioni più recenti.

Peccato quella “ macchia” verde nel mezzo,  voluta da uno sponsor, che stona con una livrea molto elegante.

“Questa per noi è la stagione delle tante sfide e attraverso la livrea ripartiamo visivamente dalla nostra storia ma, al tempo stesso, ci proiettiamo nel futuro” – ha commentato racconta il Team Principal Mattia Binotto.

La nuova Ferrari, che è stata svelata ieri con un evento in streaming e sarà al  via del prossimo campionato mondiale di Formula Uno guarda, alle sfide del futuro senza dimenticare le proprie radici e i propri valori.
La nuova vettura

Quello che conta veramente è, però, quello che c’è sotto. La monoposto numero 67 costruita a Maranello è un’evoluzione della SF1000 dello scorso anno, come dettato dai regolamenti che, imponendo di mantenere lo stesso telaio del 2020, hanno limitato in molti ambiti le possibilità di modifica.

La SF21 è stata pertanto sviluppata in tutti gli aspetti consentiti dalle norme: dal motore – completamente nuovo – all’aerodinamica, fino al retrotreno dove sono stati impiegati i due gettoni di sviluppo consentiti per questa stagione.

La nuova Ferrari, che è stata svelata ieri con un evento in streaming e sarà al  via del prossimo campionato mondiale di Formula Uno guarda, alle sfide del futuro senza dimenticare le proprie radici e i propri valori.

A Maranello hanno lavorato con un approccio sistemico, coinvolgendo tutti i reparti insieme, la progettazione, la simulazione, lo sviluppo, la pista, nel cercare tutte le opportunità di miglioramento. Particolare attenzione è stata riservata al layout della power unit, per cercare di rendere il più efficace possibile il progetto complessivo della vettura.

Sviluppi anche per il motore a combustione interna per aumentare il grado di efficienza termica del motore stesso, anche grazie al contributo di Shell, che ha portato un vantaggio stimabile in oltre un decimo di secondo di tempo sul giro. Inoltre, hanno operato anche  sul sistema ibrido e la parte elettronica, cercando di rivederne tutte le componenti per ottimizzarle. 

La nuova Ferrari, che è stata svelata ieri con un evento in streaming e sarà al  via del prossimo campionato mondiale di Formula Uno guarda, alle sfide del futuro senza dimenticare le proprie radici e i propri valori.
Oggi il debutto

La SF21 sarà in pista già oggi in Bahrain nel cosiddetto Filming Day, una sessione di 100 km pianificata allo scopo di raccogliere immagini per partner e media. Ad alternarsi alla guida sarà la coppia di piloti più giovane della Scuderia Ferrari dal 1968 a questa parte, formata Charles Leclerc e Carlos Sainz. Domani il  vero debutto con tre giorni di test sulla pista di Sakhir.

Poi dal 28 marzo si inizierà a fare sul serio con l’inizio del campionato mondiale. La fiducia è d’obbligo e i piloti non vedono l’ora di andare in pista, ma per la Ferrari ora è vietato sbagliare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: