Liceo Classico alla riscossa. Ecco la notte dei licei aperti

Iniziative in tutta Italia per far capire cos’è il liceo classico, anche in un periodo in cui lo studio del greco e del latino sembra una pratica inutile.

Liceo Classico alla riscossa. Un ecosistema disciplinare ricco e complesso, che insegna metodi e attitudini intellettuali ben prima che materie, e che proprio per questo non “canalizza” precocemente i suoi studenti, ma li lascia liberi di maturare e orientare a piacere il loro talento.

Una trasmissione del sapere che sta riscoprendo le discipline umanistiche, accanto alle scienze.

La Notte del Liceo Classico 2020

Questa appena cominciata sarà una serata del tutto particolare per studenti e professori del Liceo Classico che fino a mezzanotte si metteranno in mostra, aprendo le porte dei Licei Classici d’Italia , per esibirsi in svariate performances.

Il menu della serata prevede maratone di letture di poeti antichi e moderni, drammatizzazioni in italiano e in lingua straniera, ma anche esposizioni di arti plastiche e visive, concerti ed attività musicali e coreutiche, presentazioni di libri e incontri con gli autori.

E ancora, cortometraggi e cineforum, esperimenti scientifici, degustazioni a tema e ispirate al mondo antico … e molto altro ancora, lasciato alla libera inventiva e creatività dei giovani guidati dai loro docenti, magari per creare occasioni di discussione sui grandi temi del presente, come i cambiamenti climatici e le migrazioni.

Questo è il modo di celebrare la sesta edizione della “Notte nazionale del liceo classico ”, cui hanno aderito 436 istituti in tutta Italia.

L’idea di un docente del liceo classico di Acireale

Nata da un’idea del prof. Rocco Schembra, docente di Latino e Greco presso il Liceo Classico Gulli e Pennisi di Acireale, in provincia di Catania, per dimostrare in maniera evidente che il percorso di studi del classico, nonostante tutti gli attacchi subìti, è ancora pieno di vitalità ed è popolato da studenti motivati, ricchi di talenti, abilità e competenze.

L’iniziativa ha catturato, sin dalla sua prima edizione, l’attenzione dei media e ottenuto l’approvazione ministeriale.

Numerose iniziative in tutta Italia

La Notte nazionale, ha aperto le “danze” in tutte le scuole che hanno aderito all’iniziativa, con la proiezione simultanea del brano inedito ‘L’ombra delle nuvole’ del giovane cantautore fiorentino Francesco Rainero, seguita dall’interpretazione di un elaborato ispirato ad un passo del ‘De causis plantarum’ di Teofrasto, opera che affronta i cambiamenti climatici determinati dall’intervento dell’uomo sulla natura.

Francesco Rainero – L’ombra delle nuvole

Lo storico liceo Giulio Cesare di Roma ha messo in scena uno storico “incontro”, almeno per una notte, tra Leopardi incontrerà Dante, , così come il teatro e la danza e gli studenti hanno dato vita a gare di citazioni.

A Bologna la notte dei licei ha avuto spazio ai licei Galvani e Minghetti dalle ore 18 con iniziative culturali offerte dagli studenti alla città.

A Milano , presso il liceo Berchet, è prevista la proiezione del film ‘I ragazzi della via Pal’ diretto dai “berchettiani” illustri Mario Monicelli e Alberto Mondadori.

Al classico Beccaria, invece, Studenti protagonisti al Beccaria, invece, con numerose letture sceniche ispirate ai testi antichi o contemporanei, come quelli Primo Levi, ma anche di uno spettacolo dedicato proprio al giurista milanese Cesare Beccaria.

Al liceo Pansini di Napoli, i ragazzi con i loro docenti, portano all’attenzione dei visitatori della scuola l’attualità del liceo classico, servendosi della moderna letteratura italiana e dell’inglese per affrontare temi molto vicini a loro come l’ecologia, la bulimia e l’anoressia.

Liceo Classico Cavour Torino La notte dei Licei Classici aperti
La notte del classico a Torino

Numerose le attività nei licei classici di Torino.

Al Gioberti la notte si anima con un flash mob che parte dalla Mole Antonelliana.

Al D’Azeglio, invece, il tema della serata è Prometeo scatenato, a cui è ispirata la lettura in greco tratta da Eschilo: Prometeo incatenato. E poi spazio alla musica e all’incontro con Annalisa Ambrosio, ex-allieva e autrice del libro Platone. Storia di un dolore che cambia il mondo.

Per finire, un tribunale pubblico , con parola all’accusa, alla difesa, le relative repliche, la requisitoria, l’arringa della difesa, sarà chiamato a decretare Prometeo, colpevole o innocente, con tanto di proclamazione del verdetto, per chiudere la serata.

Anche il Liceo Cavour partecipa alla Notte del liceo classico 2020 con numerose iniziative improntate al passato e al futuro, con Storie di foreste che cambiano il pianeta, per immaginare il nostro futuro in relazione all’ambiente che ci circonda.

Ci sarà anche un’intervista impossibile a Giulio Cesare, e una favola della buona notte direttamente dal mondo antico: Piramo e Tisbe parole e immagini.

Prima di mezzanotte gran finale dall’ Agamennone di Eschilo, in contemporanea con i Licei classici di tutta Italia

All’istituto paritario Salesiani Valsalice, dopo la lettura del messaggio di benvenuto alla Notte, e alcuni momenti letterari, è in programma una cena multietnica a buffet, seguita da altre attività, come “Stranieri, barbari e schiavi nel mondo greco-romano”, performance degli studenti del quarto e quinto anno con letture e rivisitazioni dei brani di letteratura greca e latina, e con immagini accompagnate dalla musica.

Infine, al Liceo Classico Europeo studenti e docenti si confrontano sul valore degli studi classici e sulla loro attualità, nel contesto del tema scelto per la serata “Questioni di clima”.

Liceo Classico Giulio Cesare Roma
Liceo Classico Giulio Cesare Roma. La notte dei licei aperti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: