Collaborazione tra Novamont e Governo Serbo per un modello di bioeconomia circolare

Belgrado, 29 gennaio 2020 – Firmato oggi a Belgrado il protocollo di collaborazione tra Novamont e il governo serbo per la progettazione di un modello di bioeconomia circolare che permetta alla Serbia di realizzare sistemi agricolo-ambientali a basso impatto.


La cerimonia si è svolta al Palazzo del Governo alla presenza del Ministro dell’Ambiente, Goran Trivan, dell’ambasciatore italiano Carlo Lo Cascio e di Catia Bastioli, amministratore delegato di Novamont.

Supporto alla progettazione di un modello di raccolta differenziata dei rifiuti urbani

In base ai termini del protocollo di collaborazione, di durata quinquennale, la prima fase della collaborazione vedrà Novamont impegnata nel supporto alla progettazione di un modello di raccolta differenziata dei rifiuti urbani e agricoli, nella successiva implementazione di un progetto pilota del modello in una o più città della Serbia e nella fornitura di consulenza in ambito di bioeconomia circolare ai ministeri dell’Agricoltura e dell’Ambiente.


In seguito, la collaborazione potrà essere estesa alla realizzazione di investimenti industriali, da parte di Novamont, da sola o in partenariato internazionale e/o locale, pubblico o privato, e/o da parte di aziende appartenenti alla sua filiera.

Nuovi modelli di sviluppo agroindustriale e di tutela ambientale

L’accordo rientra nell’ambito delle iniziative messe in atto dalla Repubblica di Serbia, dopo l’avvio della procedura di adesione alla UE, per armonizzare la propria normativa in materia di protezione ambientale con quella europea. Nello specifico il tema è quello di nuovi modelli di sviluppo agroindustriale e di tutela ambientale.


“Grazie alle azioni pionieristiche nel campo della bioeconomia, Novamont rappresenta un vero dimostratore della possibilità di ridisegnare interi settori applicativi a partire dalle bioplastiche e dai biochemical.

Questa collaborazione con la Serbia vuole essere un ulteriore passo verso la moltiplicazione di modelli sostenibili e verso la creazione di infrastrutture interconnesse e innovative per il trattamento del carbonio organico e per trasformare gli scarti in nuovi prodotti”, ha dichiarato Catia Bastioli, amministratore delegato di Novamont.


Gruppo Novamont

Il gruppo Novamont è leader nella produzione di bioplastiche e nello sviluppo di biochemical e bioprodotti attraverso l’integrazione di chimica, ambiente e agricoltura. Con più di 600 persone, ha chiuso il 2018 con un fatturato di circa 238 milioni di euro ed investimenti costanti in attività ricerca e sviluppo (5% rispetto al fatturato, più del 20% delle persone dedicate); detiene circa 1.800 tra brevetti e domande di brevetto. Ha sede a Novara, stabilimento produttivo a Terni e laboratori di ricerca a Novara e Piana di Monte Verna (CE). Opera tramite sue consociate a Bottrighe (RO), Patrica (FR) e Porto Torres (SS). È attivo all’estero con sedi in Germania, Francia e Stati Uniti e con un ufficio di rappresentanza a Bruxelles (Belgio). È presente attraverso propri distributori in oltre 40 Paesi in tutti i continenti.

Fonte: Ufficio Stampa Novamont

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: