Marocco: Ful Gnawa – La zuppa di fagioli dall’occhio

Il nome marocchino è “Ful Gnawa”, un piatto molto gustoso, sano, poco calorico, ad alto contenuto di proteine e fibre. Arricchito con olio EVO e prezzemolo fresco tritato diventa un superpiatto!

Oggi Life is Passion vi porta in Marocco grazie all’amica Jihane Messoudi, marocchina di nascita e cresciuta a Bologna.

Sul Mediterraneo si affacciano molte culture

La cucina mediterranea è l’incontro del modo tradizionale di cibarsi dei popoli che vivono sul Mar Mediterraneo. In questa omogenea area geografica è nata una variegata gastronomia, che si basa sulle risorse agricole del proprio territorio, che ha le sue originalità peculiarità e molti punti in comune. Una ricchezza di luci e colori, sapori e profumi che non ha eguali e di cui possiamo andare tutti orgogliosi.

La cucina marocchina: 1001 prelibatezze

La cucina marocchina ha una lunga tradizione, è ricca di influenze e di pietanze raffinaste e sofisticate che sono un insieme di sapori, profumi, aromi e colori e sono una gioia per il gusto e per gli occhi.

La ricetta della Zuppa di fagioli dall’occhio

Lasciare i fagioli secchi a bagno per tutta la notte. Buttare via tutta l’acqua e risciacquare.
Per fare prima si possono cucinare i fagioli nella pentola a pressione.
1 cipolla tritata, olio d’oliva, un pezzetto di aglio schiacciato e si fanno rosolare. Si aggiunge la quantità desiderata di fagioli dall’occhio nella pentola, si aggiungono 4 cucchiai di passata di pomodoro o si tagliano un paio di pomodori maturi.
Sale, pepe qb e volendo anche un po’ di curcuma.
Si coprono i fagioli con acqua abbondante (almeno 10 cm sopra i fagioli) e si cucinano in pentola a pressione per 40 o 45 min.
Controllate che nella pentola ci sia il giusto livello di acqua.
State attenti che non si asciughi troppo. Questo dipende dal tipo di pentola
I fagioli dopo devono essere molto morbidi.
Controllate che non sia troppo asciutto, altrimenti aggiungete un bicchiere d’acqua.
Nel piatto condire con olio extravergine e un po’ di prezzemolo tritato fresco!

A chi piace può aggiungere peperoncino fresco o in polvere a fine cottura ? ?

Per questa ricetta si possono usare anche i fagioli cannellini, borlotti o lenticchie. Un piatto semplice e favoloso!

Jihane Messoudi
Operatrice del Benessere Olistico. Specializzata in Tecniche del Massaggio Bionaturale ed Energetiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: